Detenzione abusiva di armi. I Carabinieri accertavano che il ricorrente partecipava ad una battuta di caccia, durante la quale non veniva rispettata la distanza minima prevista per l'esplosione dei colpi (metri 150) dai fabbricati.