Carabiniere - sottoposto alla misura cautelare in base ad un'imputazione provvisoria - accusato di aver denunciato un falso sinistro stradale per conseguire un indennizzo, con l'aggravante di aver realizzato l'intento, di aver danneggiato il veicolo militare destinato a pubblico servizio e di aver commesso il fatto in violazione dei doveri inerenti alla funzione di militare e per avere indotto, con falsi certificati medici, il comandate della stazione dei carabinieri circa le condizioni di salute, così procurandosi un ingiusto profitto, - viene prosciolto per difetto di valida querela e perchè il fatto non sussiste.