Proprietaria di un allevamento di cani condannata: 32 erano «detenuti in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze, essendo i cani chiusi in nove box inidonei a garantire adeguato ricambio d'aria».