Trapani. Condannato in primo grado datore di lavoro per violenza sessuale nei confronti di una dipendente a 5 anni e mesi 4 di reclusione . La Corte di Appello di Palermo lo assolve perche il fatto non sussiste. La Procura impugna la sentenza ma per la Cassazione il ricorso è inammissibile.