Diritto penale: è punibile l’autoerotismo?